Iridologia: da strumento di valutazione a percorso di riavvicinamento a se stessi

L’Iridologia è una disciplina che, attraverso la valutazione dell’iride, permette di comprendere lo stato di salute globale di una persona, sul piano fisico, energetico ed emotivo.

Non è una medicina e non fa diagnosi di patologie. Infatti attraverso l’analisi iridologica non si vedono le malattie, bensì qual è il terreno della persona e a quali disturbi disfunzionali è soggetta. Il compito principale del naturopata è quello di individuare la causa del disagio e l’Iridologia è una tecnica molto efficace che aiuta a risalire alla radice del problema.

Infatti l’iride è estremamente ricco di segni preziosi per l’iridologo che li sa interpretare e non esiste mai un iride uguale all’altro, così come non esiste un individuo uguale ad un altro.

Lo studio dell’iride è possibile poiché esso è l’unico organo osservabile durante il pieno svolgimento delle proprie attività fisiologiche, in quanto non è ricoperto da alcuna membrana opaca.

 

Sul piano fisico l’Iridologia fornisce importanti informazioni sulla costituzione, le predisposizioni, le debolezze, gli organi e gli apparati in difficoltà. Quindi aiuta ad avere un quadro completo sui disturbi disfunzionali in atto e quelli verso cui si ha la tendenza. L’analisi di tutti questi fattori permette sia di trattare le disfunzioni in corso, favorendo l’organismo nel ripristinare i fisiologici processi di autoregolazione (omeostasi), sia di effettuare vera prevenzione, attuando uno stile di vita idoneo che permetta di mantenere lo stato di salute nel tempo.

 

Il piano fisico è senza dubbio fondamentale, ma personalmente ritengo che il vero punto forte dell’Iridologia stia nello studio del piano energetico e psico-emotivo.

Infatti attraverso lo studio dell’iride è possibile capire quali sono le caratteristiche più profonde di un individuo e come esso le percepisce in relazione a se stesso e all’ambiente in cui vive.

Dall’iride è possibile comprendere se una persona ha una ricca energia di riserva (non intesa in termini di calorie), se è particolarmente sensibile ed emotiva, se ha uno spiccato istinto protettivo e materno, e molto altro ancora. Nonostante siano loro peculiarità intrinseche, il più delle volte le persone non le riconoscono o non le accettano. Ad esempio una persona particolarmente sensibile spesso vive questo aspetto con un profondo senso di disagio e vede solo la faccia “negativa” della medaglia. Non si rende invece conto di quale grande dono sia l’empatia e la capacità di vivere intensamente le emozioni, ed è ancor meno consapevole di come valorizzarla.

Il naturopata, utilizzando l’Iridologia, può dunque guidare la persona in un percorso di riconoscimento ed accettazione di sé.

 

L’iride inoltre mostra le potenzialità di una persona, ovvero quelle capacità di cui si è dotati e che, se valorizzate e concretizzate, portano alla piena espressione di se stessi. Generalmente le persone ignorano le proprie potenzialità, a volte pensano addirittura di non riuscire in qualcosa per cui invece sono naturalmente predisposte; l’Iridologia aiuta ad identificare le proprie attitudini e può quindi diventare un importante strumento per ritrovare la propria strada e percorrerla.

 

Ciò che mi affascina ogni volta come iridologa è il modo in cui le persone rimangono colpite da ciò che emerge in seguito all’analisi iridologica e quindi da se stesse.

Attraverso il loro stesso iride riescono a conoscere la propria natura e l’iridologo assume semplicemente una funzione di specchio, riportando a parole ciò che l’iride della stessa persona gli ha raccontato.

Questa è a mio avviso la grande potenza dell’Iridologia: non essere solo un mezzo di valutazione, ma una via attraverso la quale imparare a conoscersi e ad amarsi, a soddisfare le proprie esigenze, ad affermare le proprie attitudini e a realizzarsi come individui, in modo da poter vivere una vita in salute ed in completa armonia con se stessi e l’ambiente

Pin It