Il 2020 è davvero un anno da cancellare?

Per tutti noi il 2020 è stato un anno complicato, perché accompagnato dal nuovo coronavirus e dalla pandemia di Covid-19 che ne è conseguita.

Abbiamo dovuto rivedere le nostre abitudini, le nostre relazioni ed il nostro stile di vita.

Ma è davvero tutto da buttare?

Cancellare un anno dalla propria esistenza e non imparare la lezione che ci ha portato, questo sì che sarebbe tempo sprecato!

 

Il 2020 è stato l'anno più trasformativo degli ultimi 50 anni.

Il coronavirus ha scoperchiato il vaso di Pandora dell'epoca contemporanea ed ha funzionato da catalizzatore, accelerando processi che sarebbero comunque avvenuti in futuro.

Stiamo raccogliendo i frutti di quello che abbiamo seminato fino ad ora e se sono frutti che ci paiono avvelenati dobbiamo chiederci come mai, visto che li abbiamo coltivati noi stessi.

 

Il 2020 in realtà è l’anno di molti insegnamenti per tutta l’umanità:

  • Ci siamo dovuti fermare ed abbiamo dovuto fare i conti con noi stessi, con le persone con cui viviamo e la nostra intera esistenza. Ci piace quello che è venuto fuori o c'è qualcosa che vogliamo cambiare?
  • I lockdown e questo Natale appena trascorso ci hanno mostrato cosa è essenziale davvero e cosa no. Quali sono le cose e le persone che contano davvero per noi?
  • La distanza sociale ci ha mostrato quanto in realtà prima eravamo distanti. Le relazioni erano frenetiche e superficiali come l'epoca in cui le viviamo. Attraverso la separazione forzata abbiamo invece capito che la vicinanza ai nostri affetti non è scontata ed abbiamo compreso quanto sia importante essere davvero uniti.
  • Un virus molto contagioso ci ha mostrato quanto siamo interconnessi tra di noi e quanto la vita dell'uno dipenda dall'altro.
  • Il lockdown ha manifestato quanto l'uomo sia soppressore della natura, di come questa abbia bisogno di respirare e di riprendere i suoi spazi, ed abbiamo anche visto quanto Madre Natura sappia essere implacabile quando perde l'equilibrio. Ricordiamoci che la Terra è la nostra casa e questo è l'unico pianeta in cui possiamo vivere.
  • Il Covid-19 ha messo in luce che la salute è un valore fondamentale. Salute non significa solo distanziamento, farmaci e vaccini, ma anche, e soprattutto, prevenzione primaria. Prevenzione nei confronti di malattie virali (e batteriche), ma soprattutto prevenzione di quelle patologie, legate allo stile di vita, abbinato alle quali il Covid-19 si è rivelato letale. Farmaci e vaccini sono armi potenti contro la malattia, ma non dobbiamo dimenticarci che il problema va affrontato a monte: rendere il nostro organismo forte per poter combattere nel momento in cui incontra un qualsiasi agente patogeno.

 

Buttare tutti questi insegnamenti sarebbe la vera sconfitta.

Tra l’altro io credo che il 2020 sia stato solo l’inizio di un grande cambiamento.

Dunque non mi resta che augurarvi

BUONA TRASFORMAZIONE!

Pin It